Mente Locale della Piana

Il Comitato che vi svela le verità nella Piana Fiorentina e oltre

AGGIORNAMENTO SULL’ OPA EURNEKIAN: DIFFIDA ROSSIE !

rossieLe ultime notizie sulla questione delle vendita delle quote regionali dell’aeroporto di Pisa a Eurnekian testimoniano dell’estrema confusione della vicenda. Mercé un parere dell’ufficio legale della regione, dopo un lungo e incerto ping-pong, il consiglio regionale del 28 maggio u.s., già convocato è stato disdetto; secondo la nuova linea, era sufficiente, per determinare la vendita, un parere (obbligatorio ma non vincolante) della VI e VII commissione regionale. Quest’ultime, riunite in tutta fretta il 27 maggio, hanno ovviamente dato parere favorevole. Ora tocca a Rossie dire l’ultima parola prima della chiusura dell’OPA (2 giugno prossimo).
La tortuosità del percorso, che dimostra quanto la Regione avesse le idee poco chiare persino sull’iter procedurale da seguire, testimonia della fretta e dell’assoluta necessità di svendere a ogni costo un cospicuo patrimonio pubblico a Eurnekian. Tuttavia, la faccenda non è così semplice, in quanto i patti del sindacato dei soci pubblici che controlla la società SAT (proprietaria dell’aeroporto di Pisa), prevedono espressamente che “le azioni.. non possono essere trasferite, salvo il caso in cui la vendita della partecipazione, 1) sia imposta, per un socio pubblico, da una norma imperativa di legge, oppure, 2) sia effettuata dai soci sottoscrittori per dare esecuzione agli impegni finalizzati alla aggregazione aeroportuale” , ossia la fusione di SAT e AdF (proprietaria dell’aeroporto di Firenze) alla pari (fonte: Consob). Quindi pur di vendere le proprie quote a Eurnekian, la Regione è pronta a infrangere i patti parasociali sottoscritti, e a intestarsi le relative penali, che andranno dal 10% del valore complessivo delle azioni sindacate fino al massimo del 25% “nel caso in cui la violazione degli impegni assunti… comporti la perdita della maggioranza azionaria… fato salvo il danno erariale per gli enti pubblici”. Quest’ultimo, secondo noi, è proprio il caso di specie. Quindi è facile prevedere un danno erariale di milioni di euro per la Regione Toscana, pur di arrivare alla sospirata vendita. Eurnekian, sentitamente, ringrazia. Altro che 80 euri!
Ma se le istituzioni sperperano, i cittadini vigilano. E’ già in preparazione una lettera di diffida a Rossie e ai consiglieri regionali da parte di gruppi di cittadini organizzati, associazioni e comitati, che preannuncia un’azione presso la corte dei conti e presso l’autorità giudiziaria. Tra questi comitati, anche il vostro amato zietto. Perciò, cari lettori, vogliamo farvi questo regalino. Avete voglia di diffidare con noi Rossie? Avete voglia di rendergli pan per focaccia? Scrivete allora al nostro indirizzo mentelocale.dellapiana@gmail.com , e vi spiegheremo dove, come e perchè. Probabilmente ci sarà da frugarsi un po’ tasca per qualche spesuccia legale, ma volete mettere la soddisfazione di mandare Rossie davanti alla corte dei conti? Fateci sapere. Noi vi aggiorneremo sul resto. La battaglia sulle linee aeree Renzie, Nardie e Rossie è solo all’inizio.

ULTIM’ORA
Speravamo di portare Rossie in tribunale, speriamo che non ci battano sul tempo. Si è saputo oggi che il si ndaco di Pisa Filippeschi ha presentato al tribunale di Firenze un ricorso d’urgenza per il sequestro delle azioni in mano alla Regione. Dal canto suo, Aldo Lannutti, tramite l’avvocato Pietro Golino, ha presentato un esposto alla procura di Pisa e a quella di Firenze ipotizzando reati quali peculato, concussione, corruzione, abuso d’ufficio. Cari nostri, qui per denunciare Rossie tocca mettersi in fila. Vi faremo sapere.

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 maggio 2014 da in Editoriale con tag , , , , , , , , .

Categorie

maggio: 2014
L M M G V S D
« Mag   Giu »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: