Mente Locale della Piana

Il Comitato che vi svela le verità nella Piana Fiorentina e oltre

Dossier Inceneritore: LA SINDROME TINA

Ogni qual volta i cittadini non vogliono accettare quello che i loro beneamati decisori politici hanno deciso (per il loro bene si capisce.. ma il bene di chi?) c’è la sindrome NIMBY (Not In My BackYard, ossia, va bene dovunque, ma non vicino a casa mia). Questo perché i cittadini sono ignoranti e non capiscono i benefici generali di impianti velenosi e di infrastrutture inquinanti.

Per i medesimi decisori c’è invece la sindrome TINA (There Is No Alternative, ossia, non c’è altra alternativa). Si tratta di uno slogan inventato da Margaret Thatcher negli anni ’80 per far credere alle persone che la politica da cotale signora perseguita era l’unica possibile; così era giusto mandare a casa tutti quei minatori e eliminare i diritti sindacali, perché appunto, non esisteva una politica alternativa. Poi si è visto come è andata a finire. Della medesima sindrome sono vittime anche i lacchè di casa nostra, spesso costretti a riportare decisioni prese non da loro a cui devono far finta di credere. Alcuni di noi ricordano una tragica assemblea popolare svoltasi nel 2005 al centro Rodari di Campi Bisenzio, dove l’allora sindaco Alunni doveva giustificare la scelta di accettare l’impianto, (tutto ciò prima di rimangiarsi la firma sul protocollo del 2 agosto 2005 e poi di decidere nel 2006 di rimangiarsi il voltafaccia); un tizio dell’ARPAT (di cui tacciamo il nome per carità di patria) sostenne che l’inceneritore emetteva diossina, ma in fondo la diossina c’è anche nelle mozzarelle campane  e quindi… (mancava solo la musichetta in sottofondo Chi ha avuto ha avuto…); e l’allora sindaco che emise questa storica sentenza: Non c’è alternativa. Margaret Thatcher non avrebbe saputo fare meglio…

Il guaio è che rispetto agli anni Ottanta la politica non lo sappiamo, ma la società civile è andata avanti cent’anni; così gli slogan che andavano bene allora, ora fanno solo ridere. Il che vale per il NIMBY, ma anche per il suo gemello TINA. Non solo, infatti, in questi anni i cittadini hanno imparato a occuparsi di problemi di gestione della cosa pubblica come e meglio di certi presunti amministratori (o meglio, disastratori delle casse pubbliche), ma sanno trovare anche le alternative che i detti presunti non vedono neanche con il binocolo 4X200.

E ciò vale in primo luogo per il Piano della gestione dei rifiuti, per il quale il Coordinamento dei comitati della Piana ha saputo elaborare e presentare, a gennaio 2012, un ALTERPIANO che ovviamente fa a meno dell’incenerimento dei rifiuti perché… non serve più. Questo ALTERPIANO  è appoggiato da questo comitato; e anche se dubitiamo che i superiori uffici abbiano la minima intenzione di prenderlo in considerazione per motivi del tutto ovvii, serve comunque a dimostrare una cosa: che i cittadini, organizzati e motivati, sono perfettamente in grado di elaborare politiche come e meglio della presunta classe dirigente. In altri termini, non è che le alternative manchino; anzi, se la politica è l’arte del possibile, allora quasi tutto è possibile e la domanda che conta è una sola: chi paga il prezzo della politica attuata? A meno che. A meno che alle prossime elezioni non scoppi la sindrome SISLC (Saluta Il Seggiolone, Ciccino). Speriamo presto.

Di seguito il link all’ALTERPIANO per chi ha voglia di approfondire e scoprire che l’incenerimento dei rifiuti non è un destino ineluttabile e che le alternative esistono… specie alle prossime elezioni:

https://mentelocaledellapiana.wordpress.com/alter-piano-per-la-gestione-dei-rifiuti/

Annunci

Lascia un Commento (ogni commento prima di essere visibile dovrà essere moderato dall'amministratore)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 settembre 2012 da in Inchieste con tag , , , , , , , , , , , , , .

Categorie

settembre: 2012
L M M G V S D
« Lug   Ott »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: