Mente Locale della Piana

Il Comitato che vi svela le verità nella Piana Fiorentina e oltre

Non ti scordar di me… Il Museo civico carsico

Tante chiacchere e alla fine scopriremo che di un museo sulla Prima guerra mondiale, di una collezione sul valoroso fronte carsico si tratterà. Potrebbe anche essere, se si guarda a come si muove l’Amministrazione comunale campigiana sull’incredibile questione del Museo civico da collocare nei locali dell’ex Manila. Ma, ci direte, come vi viene in mente un’ipotesi così balzana? Presto detto: a seguire le vicende di questo fantomatico museo negli atti e nelle esternazioni dei nostri amministratori si ha la netta sensazione di assistere al viaggio compiuto da un fiumicello carsico. Come si sa, il virgulto torrente improvvisamente appare e scorre tumultuoso in superficie, e altrettanto repentinamente scompare risucchiato dal terrreno accidentato che ne costituisce il percorso. Non staremo qui a ricostruire pedantemente le tappe di questo fluviale teatrino già messo in scena in precedenti interventi apparsi nelle prime newsletter di MenteLocale, reperibili sul blog e ai quali rimandiamo per approfondimenti (Musei che capitano; Two is meglio che One).
Basterà qui inanellare alcune date (o sarebbe meglio dire tappe) per riprendere e rilanciare un ragionamento:
– Metropoli dell’8 gennaio 2010: la questione dell’istituzione di un ancora indeterminato museo è già nell’aria, a sentire le dichiarazioni dell’assessore Fossi;
– Nazione del 12 gennaio 2010: lo stesso assessore aggiunge che il Museo “si potrebbe realizzare usufruendo di uno spazio inutilizzato nel centro che necessita di un restauro non impegnativo”;
– 12 aprile 2011: il Consiglio comunale di Campi Bisenzio vota un Ordine del Giorno presentato dal sindaco “Per celebrare ogni anno la giornata dell’Unità nazionale e per l’istituzione di un museo civico campigiano”;
– 14 luglio 2011: la Giunta delibera, in attuazione dell’Ordine del Giorno, di locare un immobile a sede dell’istituendo museo civico;
– Repubblica del 14 agosto 2011: il sindaco Chini si intrattiene sul tema della gestione del museo civico da affidare a qualche associazione culturale della zona;
– 29 settembre 2011: il Consiglio comunale respinge l’Ordine del Giorno “Museo civico – No alle spese senza un progetto” presentato da alcuni consiglieri dell’opposizione;
– Novembre 2011: MenteLocale della Piana, invia una precisa richiesta di chiarimenti sulla vicenda al sindaco del Comune di Campi Bisenzio e ai signori consiglieri comunali, richiesta a cui non è ancora stata data alcuna risposta;
– Metropoli del 20 gennaio 2012: intervista al sindaco Chini, il quale annuncia che sottrarrà il centro storico al degrado, proponendo tra l’altro:”Stiamo discutendo con il circolo Rinascita per acquisire per la comunità i locali dell’ex Manila che sono un potenziale notevole per il centro storico”.
A volte ritornano… e il fiumicello carsico non si è sottratto al suo destino, insistendo per confluire nei locali dell’ex Manila, quelli dell’operazione che denunciammo nella nostra prima newsletter. Stavolta ha addirittura perso per strada la pur improbabile “limpidezza” di Museo civico, diventando limaccioso e gravido di chissà quali esiti.
Allora, che cosa vuole dire acquisire quei locali? Vuol dire comperarli, affittarli? Comperarli o affittarli per che cosa? Possibile che Metropoli, che conosce benissimo la vicenda del Museo civico, non senta il bisogno di chiedere al sindaco di precisare? Il che ci fa riconfermare punto per punto tutte le perplessità sul modo di condurre l’informazione, peraltro finanziata dai cittadini tramite i contributi statali, perplessità già espresse nell’inchiesta Le relazioni pericolose.
E poi, per quale motivo l’Amministrazione, dopo il fallito e goffo tentativo del Museo civico, sente il bisogno di acquisire per forza i locali dell’ex Manila? Per quale finalità pubblica? Per quale motivo i locali in questione sarebbero un potenziale notevole? Chi li ha dichiarati tali e in base a quale criterio? Potenziale per perseguire quale bene collettivo? A meno che non si tratti del bene privato, privatissimo, del proprietario dei locali, il circolo Rinascita, che a quanto ci risulta ha ancora da saldare il mutuo contratto con il Credito Cooperativo Fiorentino per la ristrutturazione di detti locali, e a cui un aiutino non farebbe scomodo.
Signori di Metropoli, dispiacerebbe anche a voi porre queste domande al sindaco? Signor sindaco, dispiacerebbe anche a lei rispondere su questi punti, se possibile con quella chiarezza invocata nell’intervista rilasciata alla Nazione il 2 febbraio 2012, dove affermava che i “partiti politici se vogliono recuperare il rapporto con la comunità devono rendere tutto molto chiaro ed essere strumenti al servizio dei cittadini”? Belle parole, a meno che non si tratti di un’altra chiacchiera.
Purtroppo, prima o poi il tempo delle chiacchiere finisce, e a quel punto rimane solo la realtà muta degli sprechi, dei soldi pubblici buttati via, dei bilanci a posto a parole, ma in realtà gravati da pesanti mutui e interessi (e interessi sugli interessi) che poi sono i cittadini chiamati a ripianare.

Annunci

Lascia un Commento (ogni commento prima di essere visibile dovrà essere moderato dall'amministratore)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 marzo 2012 da in Non ti scordar di me con tag , , , , , , , , .

Categorie

marzo: 2012
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: