Mente Locale della Piana

Il Comitato che vi svela le verità nella Piana Fiorentina e oltre

EDITORIALE news 5

Abbiamo letto con interesse e attenzione l’articolo con cui l’assessore Mengozzi sul Nuovo Corriere di domenica 6 novembre ha replicato, piuttosto piccato, al pezzo di Viviana Ventisette uscito sulla nostra newsletter n. 4. Non staremo qui a difendere la signora Ventisette, che sa difendersi benissimo da sola, come si può verificare leggendo la sua risposta pubblicata in questa stesse pagine (Un doveroso chiarimento). Cogliamo però l’occasione per fare alcune precisazioni.
– L’ospedale per cui l’Amministrazione ha proposto un’apposita variante al RUC, onde poterne permettere la costruzione, non è un ospedale, ma un ospizio (per ricchi). Ricchi perché l’ammissione è a pagamento, e le rette sono piuttosto salate. Su Metropoli del 24 giugno il Sindaco dice chiaramente che si tratta di un gruppo privato che è interessato a costruire una Residenza Sanitaria Assistita. Quindi nessun servizio pubblico sarà effettuato da quella struttura, anzi nessun servizio aggiuntivo, perché si tratterà di un semplice trasferimento da una struttura preesistente – che chiude – a una nuova che apre. Ci sfugge dove sia l’interesse pubblico in tutto ciò, a parte gli oneri di urbanizzazione.
– Apprendiamo con stupore il fatto che, secondo Mengozzi, “un pronto soccorso a Campi sarebbe assurdo” in quanto ce ne sono ben 3 “perfettamente funzionanti” a 6 chilometri di distanza “ciascuno” dalla nostra città [i corsivi sono tutti nostri… le frasi sue] e dunque di una simile struttura non c’è bisogno. Ognuno ha purtroppo avuto bisogno di interventi di pronto soccorso in passato, e ricorda bene di aver fatto ben più di 6 chilometri. Non resta che dedurre che li hanno spostati stanotte. Anzi suggeriamo all’assessore, vista la pletora di simili strutture, di proporne la chiusura di un paio: tre in sei chilometri sembrano veramente troppi. E così, visti i tempi, si risparmiano un po’ di soldi.
– Alla variante al RUC i cittadini possono presentare osservazioni e suggerimenti; cosa che la signora Ventisette ha fatto. Ma all’assessore la cosa non piace, e con grande arroganza invita nell’articolo suddetto l’ignorante signora Ventisette a recarsi da lui che, paterno (ammesso che la cittadina sia in grado di capire), le spiegherà come stanno veramente le cose. Anzi, come tiene a precisare l’assessore all’indirizzo della sprovveduta cittadina, forse tradendo un’infantile nostalgia per la pratica delle ripetizioni private, “prenda un appuntamento con me che le spiegherò tutto ciò che non sa ma che crede di conoscere”. Peccato che i cittadini non siano studentelli ignoranti e capiscano benissimo le questioni, come la Giunta rappresentata qui da Mengozzi ha imparato a sue spese sulla questione della scuola Matteucci e sulla vergognosa vicenda del Museo Civico (a proposito, tutti questi musei in meno di sei chilometri vanno bene?). Invece di preoccuparsi dei cittadini, che sono i suoi datori di lavoro e a cui risponde del proprio operato, Mengozzi va a preoccuparsi di tesi “lesive e offensive dell’operato dei soggetti privati”. Signor Mengozzi scusi ma se la Segesta si offende a lei che gliene frega? Sarà la Segesta caso mai a replicare. Mengozzi, cosa fa, il difensore d’ufficio della Segesta? Guardi signor Mengozzi, ci faccia un favore, invece di insultare gratuitamente i cittadini prenda carta e penna e cominci a rispondere alle domande che questo comitato ha rivolto alla sua Amministrazione sulla questione del Museo civico e delle convenzioni con le associazioni di volontariato.
Ps. Forse si è trovato dove sia il servizio pubblico nel caso dell’ospizio. L’Assessore ci informa che, a cose fatte, l’Amministrazione contratterà con la proprietà perché una quota di posti letto sia riservata a cittadini campigiani. Nel caso che l’assessore Mengozzi pensi che lui stesso o componenti la Giunta abbiano necessità di un simile servizio, è un ottima idea. Nel caso di altri da loro, visto che chi si poteva permettere quelle rette poteva tranquillamente permettersi anche il tragitto da Campi a Villa Le Terme (che è la struttura che si trasferisce) di pubblico non c’è veramente nulla – a parte quello pagante.
Annunci

Lascia un Commento (ogni commento prima di essere visibile dovrà essere moderato dall'amministratore)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

novembre: 2011
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: